Il Manifesto del Decennio del Mare

Il Decennio del Mare proclamato dalle Nazioni Unite presenta il “Manifesto del Decennio del Mare: verso l’Oceano di cui abbiamo bisogno per il Futuro che vogliamo”

La Commissione Oceanografica Intergovernativa dell’UNESCO (IOC-UNESCO) annuncia il lancio del Manifesto del Decennio del Mare: verso lOceano di cui abbiamo bisogno per il Futuro che vogliamo”. È rivolto a tutti i settori della società civile. Vuole diventare parte attiva delle iniziative che si svolgeranno nel decennio ’21-’30 che l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha dedicato alle Scienze del Mare per lo Sviluppo Sostenibile. Il Manifesto si inserisce nella grande campagna di comunicazione e di educazione all’Oceano del Decennio del Mare (decenniodelmare.it). Esso mira a creare una «Generazione Oceano» pienamente consapevole dell’importanza dell’Oceano per il nostro pianeta, salute e il nostro futuro.                       

Il Manifesto del Decennio del Mare si ispira alla parola OCEANO

Ogni lettera è legata a un’azione specifica. Promuove infatti un cambiamento radicale nel modo in cui studiamo e gestiamo la nostra risorsa più importante, fonte di vita e ossigeno. A dare voce al Manifesto la conduttrice Caterina Balivo, Madrina dell’Oceano, l’attore Sergio Muniz, la cantautrice Francesca Michielin, l’attrice Sara Lazzaro e Francesca Santoro, funzionaria della Commissione Oceanografica dell’Unesco e promotrice del Decennio del Mare.

La lettera O di Onoro”. È un impegno a tutelare l’Oceano e la sua biodiversità. Per la quale si può modificare il proprio modo di fare la spesa e di alimentarsi.

La C di “Contribuisco”. Invita a sostenere la creazione di un Comitato Nazionale per contrastare i cambiamenti climatici, promuovere la sicurezza alimentare e la salute umana.

La E “di Educo”. Promuove progetti di educazione all’oceano anche nelle scuole, affinché le nuove generazioni vengano sensibilizzate al rispetto della natura e all’importanza della scienza a sostegno dell’umanità.

La di Accessibile “e la N “Noi Siamo Oceano“. Si riferiscono alla necessità di avere un “mare trasparente”, protetto dalle fonti di inquinamento e di  promuovere l’economia blu.

Per concludere la lettera O di “Onda. Un’adesione a diventare parte della Generazione Oceano e conseguentemente dare voce alle sue meraviglie, problematiche e relative soluzioni.

Collegandosi al sito Internet ufficiale decenniodelmare.it è possibile sottoscrivesi e contribuire a sollecitare i settori della società a supportare concretamente la realizzazione degli obiettivi del Decennio del Mare.

Il Manifesto nasce in seguito al successo ottenuto da “Verso la Generazione Oceano”

Il primo evento divulgativo italiano per creare un movimento globale che dia voce all’oceano. È stato organizzato dalla IOC-UNESCO insieme a Worldrise, associazione attiva nella salvaguardia dell’ambiente marino. Coordinato da Francesca Santoro, funzionaria UNESCO, con la collaborazione di Mariasole Bianco, biologa marina e presidente di Worldrise Onlus. Infine ha contributo la giornalista green Diana de Marsanich, ideatrice de Il Manifesto della Generazione Blu insieme a Chiara Bidoli, direttore di Style piccoli, Anne de Carbuccia, artista ambientalista e filmaker, Daniele Moretti, caporedattore di Sky Tg24, Alessio Baghin, esperto di salute, e Livia Pomodoro, Presidente del Milan Center for Food Law and Policy.

Patrocinato da Rai per il Sociale, punto di ascolto che accoglie le campagne di sensibilizzazione e incarna nei valori etici la propria ragion d’essere.

Giovanni Parapini, Direttore di Rai per il Sociale, ha dichiarato:

“Il tema della tutela del mare e degli oceani è un tema prioritario della linea editoriale della Rai da tempo anche sulle sue maggiori reti. Attraverso questa iniziativa vogliamo rafforzare il nostro impegno a informare, formare ed educare le nuove generazioni alla protezione della loro casa comune attraverso esempi virtuosi rispetto all’essere umano e l’ambiente.

Proteggere l’ambiente dipende dal nostro contributo quotidiano e dai nostri comportamenti e lo dobbiamo proteggere per noi e per i nostri figli.”

Per firmare il Manifesto e per far parte della Generazione Oceano visita il sito decenniodelmare.it